In collaborazione con PhEST – Beyond the sea, festival internazionale di fotografia e arte (in programma a Monopoli fino al 29 ottobre), saranno esposte, per gentile concessione del fotografosar Dezfuli, alcune immagini del progetto “Passengers”.

Un lavoro di documentazione composto da 118 ritratti di persone salvate da un gommone alla deriva nel Mediterraneo, a 20 miglia nautiche dalla costa libica. Gli scatti, realizzati pochi minuti dopo il salvataggio di tutte le persone che viaggiavano sulla stessa imbarcazione, raccontano le loro facce, lo sguardo, i segni sui corpi, i vestiti, riflettendo lo stato fisico e psicologico in cui si trovano in un momento che ha già segnato la loro esistenza per sempre.

César Dezfuli (Madrid, Spagna, 1991) nasce in un contesto culturale misto date le sue origini ispanico-persiane e da subito è interessato a differenti realtà sociali e culturali. Il suo lavoro come freelance si concentra su reportage documentari e investigativi, con particolare attenzione ai temi umanitari, ma anche alla politica internazionale e alla ricerca antropologica, combinando il giornalismo scritto con la fotografia.